“Frammenti di idee”

Nel novembre del 2006 Lea Ciambelli organizza una mostra personale “Frammenti di idee” a Napoli, sua città natale.

Per far conoscere l’arte del mosaico in questa città vengono esposte opere diverse, semplici elementi d’arredo trasformati in esclusivi oggetti di design con l’impiego dei più svariati materiali che richiamano l’utilizzo anche di materie prime locali: marmi, minerali, pietra lavica, gemme di vetro, rame, perline colorate, coralli, ferro.

Curch of the Transfiguration – Cape Cod ’04

Nel 2004 ho preso parte alla imponente realizzazione di un catino absidale di 250 metri quadri di mosaico. La collaborazione con la mosaicista Alessandra Caprara è stata un’esperienza indimenticabile. Insieme ad altre mosaiciste professioniste abbiamo eseguito il mosaico seguendo i cartoni dell’artista irlandese Helen McLean, lavorando per un anno intero. Il mosaico in sezioni è poi stato spedito in America, Cape Cod – Massachusetts presso la Chiesa della Trasfigurazione dove nel giro di un mese l’abbiamo montato.

Feltrinelli

Gelaterie Firenze ’03

Nel 2003 ho realizzato per la Cooperativa Mosaicisti questi stravaganti mosaici per decorare due gelaterie in pieno centro a Firenze. Una situata a pochi passi da Ponte Vecchio e abbellita con un tappeto a righe bianco e blu e l’altra, a pochi passi dal Duomo, impreziosita con tende mosaicate dai colori dell’ambra e oro.

Santuario Madonna dello Splendore – Giulianova ’03

Nel 2003 ho realizzato con la Cooperativa Mosaicisti alcune lunette che rappresentano la vita di Cristo. Terminata la realizzazione dei mosaici in laboratorio, abbiamo eseguito il montaggio presso il Santuario della Madonna dello Splendore a Giulianova, in Abruzzo.

Chiesa Santa Lucia – Reggio Calabria ’02

Nel 2002 ho preso parte alla realizzazione di un mosaico di 130 metri quadri che ha impreziosito l’abside di una tra le più importanti chiese di Reggio Calabria, quella dedicata a Santa Lucia. I disegni sono stati realizzati dall’artista calabrese Gisa D’Ortona mentre la realizzazione ed il montaggio in loco sono stati affidati alla Cooperativa Mosaicisti di Ravenna, di cui facevo parte.

Box Doccia

Tutto scorre è il titolo di questo box doccia il cui disegno vuole simulare la caduta delle gocce d’acqua che scorrono lungo le pareti. E’ stato ideato, realizzato ed installato dalla Pixel Mosaici.

Il materiale utilizzato per le finte ‘gocce’ d’acqua è l’argento. Si tratta di foglie d’argento protette all’interno di due vetrini e prodotte da Maestri vetrai, a Venezia, esclusivamente per il mosaico.

Gli altri materiali utilizzati sono sassolini bianchi e grigi, una miscela di marmi bianchi: Pérfil, Trani e Botticino ed un pregiatissimo marmo azzurro, azul Bahìa, proveniente dal Brasile.

La doccia misura circa 8mq e si trova in un’abitazione privata nella città di Napoli.

Riproduzione villa Tabarka ’98

La mia prima esperienza in un bottega di mosaico, durante lo stage svolto presso la Cooperativa Mosaicisti di Ravenna nel periodo in cui frequentavo la scuola professionale ‘Albe Stainer’.

Questo mosaico è esposto al museo del Bardo di Tunisi.  E’ uno dei tre mosaici che decoravano le tre absidi di un vasto ambiente di una villa di Tabarka. Rappresenta la residenza del padrone con le sue torri quadrate. Tutto intorno un bel giardino con piante, fiori, alberi e uccelli, tra cui si riconoscono oche, anatre e fagiani. Risale al IV secolo d. C.